Notizie

Conto Termico 2016: i vantaggi per gli impianti

È il momento degli incentivi: con il Conto Termico 2.0, migliorare l'efficienza energetica della tua casa diventa ancora più conveniente.

È stato recentemente pubblicato in Gazzetta Ufficiale il cosidetto Conto Termico 2.0, che garantisce incentivi a chi fa interventi di piccole dimensioni per l'incremento dell'efficienza energetica degli edifici già esistenti e la produzione di energia da fonti rinnovabili. Le pompe di calore e i collettori solari possono godere di questi incentivi: quindi, se stai pensando di installarli per la tua casa, questo è il momento giusto.

etichetta energetica pompa di caloreLa pompa di calore fornisce energia termica in maniera estremamente efficiente e il Conto Termico lo riconosce: per questo gli incentivi vengono corrisposti (art. 4.2 del DM 16 febbraio 2016) anche in caso di: 

  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale, anche combinati per la produzione di acqua calda sanitaria, dotati di pompe di calore, elettriche o a gas, utilizzanti energia aerotermica, geotermica o idrotermica;
  • sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore;
  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con sistemi ibridi a pompa di calore.

I collettori sfruttano l'energia solare rinnovabile: dunque anche nel loro caso valgono gli incentivi:

  • installazione di impianti solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria e/o ad integrazione dell'impianto di climatizzazione invernale, anche abbinati a sistemi di solar cooling.

Gli incentivi previsti dal nuovo Conto Termico (entrata in vigore: 31 maggio 2016) vengono erogati in un periodo che varia dai 2 ai 5 anni, ma se la spesa complessiva è inferiore ai 5.000 €, vengono corrisposti in un'unica rata. Per richiedere gli incentivi, dovrai compilare una scheda-domanda  al GSE (Gestore Servizi Elettrici) entro 60 giorni dalla fine dei lavori.

Il Conto Termico si aggiunge ad un altro importante provvedimento, il cosiddetto Ecobonus, che permette detrazioni fiscali per interventi di riqualificazione energetica degli edifici (fino al 65%) e di ristrutturazione edilizia (fino al 50%).

Per saperne di più, puoi rivolgerti al tuo installatore di fiducia, che sarà in grado di consigliare la giusta taglia dell'impianto; inoltre, per conoscere meglio le pompe di calore e le loro applicazioni, c'è il sito internet di Assoclima, dove puoi anche scaricare la documentazione che ti serve: buona navigazione!