Acqua potabile

Perché il tubo di rame per l'acqua potabile?

Noi consumiamo in media ogni giorno circa 180 litri di acqua potabile per uso domestico a testa(*), troppi per trascurare la qualità dei tubi che la trasportano nelle nostre case. Le tubazioni che trasportano acqua potabile non sono tutte uguali: quelle di rame possono rendere l’acqua che esce dai nostri rubinetti più salubre e pulita: infatti il rame inibisce la riproduzione dei microorganismi -naturalmente presenti nell'acqua- che potrebbero proliferare negli impianti, come il batterio della legionella. E questo rende la tua casa un po' più sicura e più confortevole.

Inoltre l'acqua che scorre nei tubi di rame va a contatto solo con il rame. Infatti i tubi hanno una purezza del 99,90% come minimo, con una composizione conosciuta e controllata, usata già da molto tempo e che non cambierà negli anni a venire. Niente additivi, coloranti, composti organici volatili o altri sostanze artificiali non dichiarate che possono migrare nell'acqua che usi e bevi.

(*) Fonte: Istat

Il rame per l'acqua potabile

Il rame protegge la mia salute?

Sì, direttamente e indirettamente.

Direttamente: perchè è indispensabile per la nostra salute. Il rame serve, per esempio, per la robustezza delle ossa, la formazione dei globuli rossi e bianchi, il trasporto del ferro, il metabolismo del colesterolo e del glucosio, la contrazione dei muscoli del cuore e lo sviluppo del cervello. Il rame è importantissimo per le donne in gravidanza, lo sviluppo del feto e la crescita dei neonati. Noi assumiamo rame proprio attraverso il cibo e l'acqua potabile!

Indirettamente: perché è antibatterico, cioè combatte la proliferazione di batteri e altri microorganismi naturalmente presenti nell’acqua. Non solo: il rame è l'unico, tra tutti gli altri materiali per tubazioni idriche, ad avere queste proprietà. Non è allora un caso che alcuni ospedali, per tutelare la salute dei loro pazienti abbiano scelto impianti in rame per la rete dell’acqua sanitaria, in particolare per combattere la legionella, un batterio responsabile di una grave forma di polmonite, a volte letale.

 

tubo di rame è salute

Da quanto tempo si può usare il tubo di rame per l’acqua potabile?

In Italia il rame è ammesso dalla legge come materiale per il trasporto dell'acqua potabile fin dal 1968. E' stato "confermato" nel 2004 con un decreto ministeriale che ha inserito il rame e molte sue leghe - tra cui l'ottone - nella "lista positiva" dei materiali ammessi a contatto con l'acqua potabile.

Il tubo di rame può arrugginire?

No: è il ferro che arruginisce, non il rame, che invece reagisce alle influenze ambientali formando un rivestimento resistente e protettivo chiamato patina. Questa patina si sviluppa attraverso l'ossidazione del rame con l'ossigeno e i sali naturalmente discolti nell'acqua potabile.