FAQ

Sostenibilità

"Il rame è un materiale naturale?"

Sì, è totalmente naturale, estratto dalle miniere. È una risorsa riciclabile al 100% ed è possibile che una parte delle nostre tubazioni e grondaie derivi da monili in rame dell’antichità o monete coniate nell’antica Roma.

"Il rame è un materiale sostenibile?"

Sì. Perché è riciclabile infinite volte senza che perda le sue caratteristiche originali e poi perché è indispensabile nella tecnologia delle fonti rinnovabili, grazie alla sua altissima capacità di scambiare calore e trasportare elettricità.

"Voglio costruire una casa eco-sostenibile, secondo i criteri della bioedilizia: il rame va bene?"

Certo: è un materiale naturale, riciclabile, duraturo e che favorisce il risparmio energetico; è antibatterico e non danneggia l’ambiente.

"Gli scarti di rame possono essere recuperati?"

Sì, attraverso il riciclo: la riciclabilità totale del rame limita lo sfruttamento delle risorse naturali, fa risparmiare l’85% dell’energia rispetto a quello estratto dalle miniere, non incrementa il volume delle discariche e limita le nostre importazioni dall’estero.

Durata

"Perché installare il rame a casa mia?"

Perché il rame è un materiale che dura molto a lungo, senza bisogno di manutenzione. Può mantenere il suo valore nel tempo e rende l’impianto a pannelli radianti più efficiente.

"Quanta manutenzione richiede il rame?"

Direi nulla. Una volta installato, puoi lasciarlo lì. La sua durata e la sua resistenza sono paragonabili alla vita dell’edificio.

"Il rame arrugginisce?"

No, non arrugginisce. Il rame si ricopre di una patina resistente e sottile che protegge il metallo sottostante.

"Come posso essere certo che il mio impianto a gas sia sicuro?"

Il tuo installatore deve consegnarti la dichiarazione di conformità, in cui dichiara che ha seguito la regola dell’arte per materiali e la loro installazione. Nel caso dei tubi di rame, deve indicare la norma UNI EN 1057; per i raccordi la UNI EN 1254 e/o la EN 11065. Essi devono essere installati secondo la norma UNI 7129.

"In caso di incendio cosa succede al rame?"

I tubi di rame sono incombustibili, non propagano incendi e non emettono gas se vengono esposti alla fiamma. Per questo vengono usati nel trasporto dei gas combustibili e possono essere impiegati anche nei sistemi antincendio.

"E dove trovo tutti gli elementi di un impianto in rame?"

I componenti di un impianto in rame, come tubi e raccordi, sono standardizzati - e quindi intercambiabili- disponibili in tutta Europa e non cambieranno negli anni a venire. Il tuo installatore lo sa e può rifornirsi dei pezzi che servono, senza cercare il produttore originale in magazzini lontani.

Costi

"Il rame costa davvero di più?"

Tieni conto che il costo del materiale della tubazione non incide tanto sul costo complessivo dell’impianto: il rame si installa facilmente, non richiede manutenzione ed rende più efficienti gli impianti.

"Cosa significa che il rame è energeticamente più efficiente?"

Il tubo di rame ha minori perdite di carico e quindi le pompe di circolazione richiedono meno energia per far funzionare l’impianto. Se poi scegli un riscaldamento a pannelli radianti, col rame hai bisogno di un passo maggiore tra i tubi: significa meno metri di tubo e meno perdite di carico.

"E’ difficile installare il rame?"

Il rame è malleabile e i suoi componenti sono disponibili ovunque; le sue tecniche di posa e giunzione sono ben conosciute dagli installatori.

"Se faccio installare tubi di rame, come cambia il valore della mia casa?"

Gli impianti e le coperture in rame possono durare quanto una casa, il che può essere visto come un investimento a lungo termine. Possiamo dire che il rame aumenta i valore della tua abitazione, perché è un materiale di alta qualità.

Salute

"Ho sentito che il rame è contenuto nei cibi; è vero?"

Si, il nostro corpo ha bisogno di rame e il fabbisogno viene soddisfatto attraverso il cibo; spinaci, frutti di mare, fegato e cioccolato ne sono particolarmente ricchi. Un parte del nostro fabbisogno arriva anche dall’acqua potabile.

"Ho sentito dire che il rame è antibatterico: cosa significa?"

Il rame è un materiale naturalmente antibatterico: cioè elimina rapidamente batteri, funghi e virus che si depositano su di esso. Infatti microorganismi dannosi per la nostra salute, come l’Escherichia coli, il virus dell’influenza A e la Salmonella possono diffondersi da una superfici e all’altra semplicemente toccandoli, per esempio quando tocchiamo maniglie, rubinetti e interruttori. Studi condotti all’interno di ospedali in USA, Cile e Gran Bretagna hanno rilevato una contaminazione inferiore del 90-100% su oggetti in lega di rame rispetto ad altri equivalenti, ma in materiali “comuni”: questo significa ridurre il rischio di contrarre infezioni. Analogamente, le tubazioni in rame combattono la proliferazione della legionella pneumophila, anzi: sono le uniche a farlo tra quelle usate nell’impiantistica idrosanitaria.

"Acqua potabile: la legge permette il tubo di rame?"

Certo, la legge italiana inserisce il rame nella lista positiva di materiali che possono entrare a contatto con l’acqua potabile; inoltre anche la norma europea sugli impianti per l’acqua potabile lo permette.

"Dopo quanto tempo un tetto di rame diventa verde?"

Dipende alla sua inclinazione e dalla posizione geografica. Più è inclinato, più l’inverdimento sarà lento; un’atmosfera salina, come quella marina, favorisce la formazione della patina, anche nel giro di pochi anni.

"L’acqua che arriva dal tubo di rame ha un sapore particolare?"

No. Il sapore resta “pulito”, anche perché il rame non contiene (e quindi non può rilasciare) additivi, coloranti, stabilizzanti, composti organici volatili, ecc.